Le nuove sneakers Balenciaga sono “distrutte”. E c’è da rifletterci su


Balenciaga lancia una collezione di scarpe da ginnastica "completamente distrutte". Così rovinate da accendere una polemica furiosa sui social. Ma c'è un motivo nascosto. Quale? Arriviamoci poco per volta.

Fully Destroyed, le scarpe che stanno facendo rumore

L'arte e la moda vanno a braccetto e Demna Gvasalia, direttore creativo di Balenciaga, lo sa molto bene. Per ricordare a tutti quanto ogni creazione umana sia effimera, legata esclusivamente al tempo, l'azienda francese fondata nel 1917 dallo stilista spagnolo Cristóbal Balenciaga, ha deciso di lanciare una nuova collezione di sneakers a dir poco inconsueta. Le Fully Destroyed, come sono state chiamate, sono scarpe uomo e donna rotte, sgangherate, lise, scucite, proposte alla modica cifra di 1.450 euro. Lontanissime dalle sneakers Nike o Fila cui siamo abituati, queste hanno un'anima opposta, un'allure grunge, quasi drammatica. Hanno saputo creare tantissimo hype e suscitare parecchie critiche, nonostante Demna non sia solita lanciare provocazioni prive di senso, anzi. Ad esempio, in occasione dell'ultima fashion week, ha deciso di portare il dramma dell'Ucraina in passerella, tra neve e bombe. Per ambire alla storia, è necessario osare. E per osare, bisogna spingersi oltre.

Il significato nascosto delle sneakers Balenciaga

Un paio di scarpe distrutte, proposte in edizione limitata e disponibili in soli 100 esemplari. Ricordano scarpe donna e uomo arci note come le celebri Converse All-Star, eccetto che per il prezzo. Balenciaga propone le Fully Destroyed in diversi colori, tra cui il beige, il nero e il rosso. La maison francese ha tenuto a specificare come queste scarpe "reinterpretino un design classico e l'abbigliamento casual senza tempo". Inoltre, "la tela rovinata e le finiture strappate conferiscono loro un aspetto pre-worn, già indossato". Le Fully Destroyed hanno un'anima grunge e adolescente che affascina, ma che al contempo ha fatto storcere il naso a molti. I commenti si sono sprecati: ma si è trattato davvero di una presa in giro? O di una becera operazione di marketing? Quello di Balenciaga può essere considerato un tentativo di scimmiottare la miseria? "Le scarpe Fully Destroyed sono un cosplay dei ricchi che giocano a fare i poveri" si legge su Twitter. Ma è davvero così?

Trarre insegnamento dall'arte e non dare mai nulla per scontato

Lo abbiamo scritto prima: Demna Gvasalia non ama fare provocazioni a caso. Come qualcuno ha osservato, "acquistare un paio di scarpe rotte per 1450 euro è probabilmente una grande metafora del difficile momento storico che stiamo vivendo". Si, proprio così. Una metafora di quel mondo sporco, distrutto, pieno di problemi che giornali e media descrivono giorno per giorno, tra guerre, carestie, epidemie ed incomprensioni. Del resto, Demna non è nuova a questi messaggi: che si tratti di un invito all'umanità intera ad assumersi le proprie responsabilità? A modificare le sue prospettive? La moda è arte, quindi può essere anche insegnamento. Tantissime sono le opere che nel corso della storia hanno indispettito la gente, ma che hanno saputo fornire lezioni fondamentali.

Italiano